La giornata tipo

II mattino...

Compatibilmente con le abitudini espresse dagli utenti e con le nostre esigenze organizzative, entro le ore 8,30, si provvede ad alzare tutti gli ospiti e ad accompagnarli nelle diverse sale, in base alla gravita, per la prima colazione. In questo momento gli ospiti sono assistiti, oltre che dal personale di assistenza, anche dal personale infermieristico che provvede alla somministrazione della terapia orale. Terminata la colazione, che viene servita tra le ore 8,00 e le ore 9,00, gli ospiti, che
10 desiderano, si accomodano in sala soggiorno in attesa che inizino le attività di animazione. Generalmente dalle ore 9,00 alle ore 11,30, il Fisioterapista, secondo tabelle concordate in equipe e su indicazioni del medico Fisiatra, invita gli utenti interessati a partecipare ai trattamenti riabilitativi personalizzati.

Inoltre, secondo schemi predisposti dallo stesso Fisioterapista, a seconda delle caratteristiche e delle potenzialità di ogni singolo ospite, vengono seguiti programmi di deambulazione all'interno della struttura e, quando possibile all'esterno, per favorire e mantenere il desiderio e la capacità di movimento. Durante la bella stagione anche gli ospiti in carrozzina vengono accompagnati a fare passeggiate all'esterno della struttura. Guidati dall'operatore del servizio animazione, gli utenti possono dedicarsi inoltre alle varie attività proposte.

Dalle ore 10,00 alle ore 11,00, in sala soggiorno e se bel tempo in giardino/veranda, è previsto uno dei tre momenti di idratazione extra alimentare diurno. Agli utenti viene offerto brodo (di carne o vegetale), succhi di frutta e quant'altro richiesto dagli stessi e compatibile con lo spuntino di mezza mattina. Parte della mattinata è inoltre dedicata all'esecuzione dei bagni guidati nei locali preposti al 1° e al 2° piano.

Con l'approssimarsi del pranzo, si prowede ad intensificare le attività di assistenza nei confronti degli ospiti che necessitano di andare al gabinetto, onde consentire loro maggiore sicurezza e serenità durante l'alimentazione. Il pranzo viene sempre servito, salvo momentanea indisponibilità fisica dell'ospite, in sala pranzo. Si inizia alle ore 11,30 con una prima fascia di utenti, le cui condizioni psicofisiche richiedono una particolare assistenza da parte del personale ed i cui tempi di assunzione del pasto (in autonomia "per il mantenimento delle personali risorse residue"), risultano abbastanza lunghi nonostante la supervisione di personale di assistenza. Per poter meglio aiutare gli ospiti di questa prima fascia, contiamo anche sul valido apporto di un gruppo di volontari che, gratuitamente, collaborano in tale delicato servizio. Naturalmente bene accetti e sempre presenti sono i parenti che, disponibili, decidono di assistere il loro congiunto durante i pasti. Successivamente, alle ore 11,45, si provvede a servire il pranzo a tutti gli altri utenti.

Il  Pomeriggio...

Terminato il pranzo, gli ospiti gradualmente raggiungono la sala soggiorno. Gli ospiti non autosufficienti o incontinenti vengono accompagnati, come da piano gestione incontinenza, al gabinetto assistito ed, eventualmente, accuditi nell'espletamento dei loro bisogni: fisiologici, igienici, preventivi e di decoro relazionale.

Coloro invece che preferiscono riposare in camera, vengono comunque controllati ed, eventualmente, aiutati nelle risposte assistenziali sopra descritte, nella messa a letto e nell'alzata pomeridiana che solitamente inizia alle 13,30 e termina alle 14,30. In sala soggiorno, guidati dal fisioterapista ed assistiti dal personale, gli ospiti che lo desiderano possono, 3 giorni alla settimana, svolgere ginnastica in gruppo. Inoltre il fisioterapista continua a svolgere trattamenti riabilitativi individuali in palestra o in reparto fino alle ore 16,00. Continua anche nel pomeriggio il programma di deambuinterna ed esterna e/o passeggiate secondo schema. Agli utenti presenti in sala soggiorno è sempre garantita la presenza di operatori per ogni necessità assistenziale, nonché per fornire un semplice, ma pur sempre valido rapporto relazionale. Rallegrano i pomeriggi, le attività proposte dall'Animazione spessvolte in collaborazione con gruppi di volontari.

Ulteriore appuntamento quotidiano con l'idratazione e la merenda che viene proposta dalle ore 15,00 alle ore 16,00. Agli ospiti viene offerto caffelatte, thè, succhi di frutyogurt, biscotti e quant'altro preparato dalla cucina.
Anche al pomeriggio, si procede con i bagni assistiti che, lo ricordiamo, hanno luogo presso i 2 locali all'uopo preposti (1° e 2° piano).
Inoltre, utilizzando i servizi igienici del piano terra, si intensifica (come in mattinata) l'accompagnamento al gabinetto di tutti gli ospiti, specialmente i non autosufficienti o incontinenti, come da piano gestione incontinenza.

Sera...
Dalle ore 17,45 alle ore 18,30, nelle diverse sale da pranzo, viene servita la cena. Valgono tutte le informazioni, già precedentemente fornite, collegate al pranzo sottoulteriormente, la presenza infermieristica per tutta la durata del pasto. Tutti gli ospiti, terminata la cena, vengono gradualmente accompagnati nelle loro stanSolo una piccola parte rimane nel soggiorno generale per guardare la televisione o per giocare a carte, dove si possono intrattenere fino alle ore 22,00. In tale circostanza viene offerta una bevanda fresca, aranciata, acqua minerale, a completamento del nostro ciclo diurno d'idratazione.
Tale servizio assistenziale è integrato, dalle 20,00 alle 21,00, da ulteriore distribudi bevande calde ed acqua, in tutte le stanze degli ospiti che lo desiderino o inclusi in apposita lista compilata ed aggiornata su indicazioni del personale infermieristico,

Notte...
Durante la notte sono sempre presenti in struttura un infermiere e due operatori di assistenza. Particolare importanza viene data, durante la notte, ai seguenti aspetti assistenziali: cambio di postura, idratazione, cambio ausili d'incontinenza, oltre a coninfermieristici per eventuali terapie in corso.
Da un minimo di 3 volte ad un massimo variabile secondo le particolari condizioni di salute di alcuni utenti, il personale di assistenza e l'infermiere verificano, lo stato generale di tutti gli ospiti. Qualora si riscontrassero problemi inerenti alla salute delcome anche da prassi diurna, l'infermiere può richiedere l'intervento del medico di continuità assistenziale oppure il trasporto presso la più vicina struttura ospedaliera (Cles 28 Km).